Succo di zenzero con l’estrattore: proprietà e ricette

0
305
succo di zenzero con estrattore

Se sei arrivato qui probabilmente ti interessa sapere come e perché preparare succo di zenzero con estrattore. In questo articolo ti sveliamo tutte le proprietà di questa portentosa radice e le ricette per i tuoi estratti! Il succo di zenzero è un vero e proprio alleato del benessere. Le proprietà di questa piccola e curiosa radice orientale sono infinite e servirebbero ore ed ore per elencarle una ad una. Ottenere degli ottimi succhi di zenzero con l’estrattore è semplicissimo e i benefici rispetto ai succhi o agli estratti commerciali sono molteplici… Ma di questo parleremo meglio in seguito. Lo zenzero ha proprietà detossinanti, disinfettanti e antinfiammatorie, ed è anche un ottimo booster metabolico.

Viene utilizzato da sempre nella medicina alternativa orientale (e non solo) e presenta un gradevole sapore astringente e vagamente piccantino. Reperirlo in commercio è ormai davvero semplicissimo! Se un tempo si trattava di un prodotto orientale e molto costoso, oggi è possibile trovarlo a modici prezzi nel reparto ortofrutticolo della stragrande maggioranza dei supermercati… Anche quelli più piccoli e meno forniti!

Succo di zenzero con estrattore: perché fa così bene?

Lo zenzero è uno di quei cibi che l’era moderna ha etichettato come “superfoods”. Cosa significa? Si tratta di alimenti particolarmente densi in contenuto di micronutrienti, essenziali per il benessere della persona. Parliamo dunque di vitamine, sali minerali, fibre e soltanto per ultimi dei nutrienti veri e propri (proteine, carboidrati e grassi). Ciò che fa dei superfoods oggetto di studio non sono infatti le loro kilocalorie o il loro contenuto di macronutrienti ma la loro enorme riserva di micronutrienti.

Lo zenzero è uno stimolante e un tonico per l’organismo. Possiede qualità digestive e antinfiammatorie. Queste lo rendono un ottimo alleato per contrastare le difficoltà digestive e altre problematiche minori, come l’intestino pigro o l’eccessiva acidità gastrica. Assumere in piccole dosi un pezzetto di radice di zenzero ogni giorno può apportare numerosi benefici, soprattutto sul medio/lungo termine. Ricordiamoci infatti che le sostanze al 100% naturali sono potentissime ma hanno alcune limitazioni.

Infatti, se ottenere benefici antinfiammatori con i farmaci è semplicissimo, ottenere gli stessi risultati utilizzando rimedi naturali è possibile, ma richiede molta più costanza e perseveranza. Il compenso dell’essere costanti sta nel riuscire ad ottenere risultati ottimali senza andare incontro ad alcun tipo di effetto collaterale. Una piena sinergia tra corpo, mente e natura.

Succo di zenzero con estrattore: ricette alternative

Il succo di zenzero da fare in casa con l’estrattore, il migliore per iniziare, è quello classico. Che prevede l’utilizzo di zenzero e acqua, con l’aggiunta di una eventuale puntina di zucchero o altro dolcificante naturale, come il:

  • miele
  • succo d’agave.

succo di zenzero con estrattore

Esistono tuttavia deliziose varianti di questa bevanda al 100% naturale. E come sempre, sebbene stiamo per fornirti alcune ricette da sperimentare con l’estrattore, sappi che non esistono limiti alla fantasia!

Il primo consiglio che vogliamo darti è quello di preparare una bevanda a base di succo di zenzero preparato con l’estrattore e limone. Ecco i benefici del limone:

  • regala alla bevanda un potere dissetante e reidratante
  • apporta un’elevata dose di vitamina C, micronutriente essenziale sia in estate che in inverno
  • risulta al tempo stesso saporito e gradito da molti.

Questo frutto è infatti una di quelle cose con le quali raramente si sbaglia, un po’ come con il succo d’arancia. Puoi sfruttare questa variante per deliziare, ad esempio, i tuoi ospiti in un caldo pomeriggio d’estate.

Ma c’è dell’altro: le carote vanno a braccetto con lo zenzero e dall’unione tra questi due ingredienti viene fuori un succo denso e gustoso. Le carote vanno passate per l’estrattore proprio come lo zenzero, integre e ancora rivestite dalla loro buccia esterna. Questa bevanda è perfetta in primavera e autunno per integrare nella propria alimentazione una bella dose quotidiana di beta carotene e preparare la pelle al sole estivo o prolungare l’abbronzatura residua.

Come ottenere succo di zenzero con estrattore

Ottenere il succo di zenzero con l’estrattore è semplicissimo. I nostri prodotti, come l’estrattore Estraggo Pro, sono pensati per ottenere risultati ottimali in maniera semplice ed intuitiva. Il bello dell’estrattore è che la radice di zenzero, così come tutte le altre tipologie di tuberi, oppure di frutta e verdura, possono essere inseriti anche con la buccia. Zero scuse, quindi, per volersi bene!

Infatti, per creare dei succhi 100% naturali e fatti in casa è sufficiente inserire lo zenzero nell’apposito braccio dell’estrattore e lasciare che lo stesso faccia il resto. Il succo verrà estratto e separato dagli scarti (buccia inclusa). Le due componenti che si otterranno verranno incanalate in due contenitori distinti e separati, un ottimo metodo per evitare ogni tipo di spreco! Tutti gli scarti possono essere infatti sia utilizzati in cucina.

Come? Ecco qualche esempio:

  • per arricchire di fibre le tue preparazioni
  • per dare consistenza a una torta o un altro qualsiasi impasto
  • come materiale compostabile, per concimare piante e giardini.

succo di zenzero con estrattore

Succo di zenzero con estrattore: i benefici rispetto a frullati e centrifughe

Ti sei chiesto come mai gli estrattori abbiano un costo di gran lunga più elevato rispetto a un classico frullatore o ancora a una centrifuga? Bene, è una domanda intelligente ed è proprio per questo che oggi vogliamo chiarire ogni tuo dubbio riguardo l’annosa questione: meglio l’estrattore o la centrifuga? Vediamolo insieme.

Prima di ogni altra cosa escludiamo a priori i frullatori: questi ultimi frullano tutto in maniera indistinta. Non separano quindi le bucce dalla polpa o ancora dalle parti fibrose.

Ma cosa cambia tra estrattori e centrifughe? È molto semplice: cambia il modo in cui viene trattata e dunque preservata la materia prima. L’estrattore estrae per pressione meccanica e non causa alcun surriscaldamento. Vitamine e minerali contenute negli alimenti passano inalterate dalla forma solida a quella liquida, senza perdere alcuna qualità. La centrifuga agisce invece per separazione data dalla diversa densità delle molecole. Il liquido si separa dalla polpa più carnosa e dalle parti fibrose.

Il tutto, però, accade per via dell’effetto dato dalla centrifuga, azionata ad altissime velocità. Dopo qualche secondo di rotazione le temperature interne dell’apparecchio si innalzano e si ottengono sì ottimi succhi e frullati. Accade anche con i modelli più sofisticati! Il problema è che sono privi di tutte le proprietà nutrizionali contenute nella materia prima di partenza, che viene denaturata dal calore. Se vuoi ottenere un ottimo succo di zenzero, quindi, affidati ad uno dei nostri estrattori professionali ad uso domestico!

Ti è piaciuto quest’articolo dedicato a succo di zenzero con estrattore? Allora te ne consigliamo altri 2: “Succo ACE con estrattore: ecco la ricetta” e “Estratto pera e kiwi: delizia tutta da gustare”. Continua a seguirci per tante altre ricette!

E prima di andare via, dai un’occhiata a questo video!

 

 

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here