Detesti gli sprechi? Prepara delle polpette con gli scarti dell’estrattore!

0
237

 Hai mai pensato di preparare delle polpette con gli scarti dell’estrattore? No? Allora scopri la ricetta qui!

Ricorda che tutto si può riutilizzare

In cucina è possibile utilizzare e riutilizzare gli ingredienti adoperati per la preparazione di cibi e pietanze, in modo da evitare ogni tipo di spreco. Un’abitudine che corrisponde anche a una “cultura”, a un modo di intendere la vita. Così gli avanzi diventano risorse, la cui resa può risultare davvero sorprendente se utilizzate in maniera appropriata ma, anche, con un pizzico di fantasia.

Gli scarti dell’estrattore contro gli sprechi

Evitare sprechi è possibile anche quando si utilizza un estrattore. Questo comodo quanto efficace elettrodomestico – che consente di avere a disposizione in maniera semplice e rapida i preziosi succhi vivi ricavati da frutta e verdura – infatti, produce durante la lavorazione anche degli scarti. Che non sono altro, in pratica, che la polpa e le fibre estratte dalle materie prime utilizzate, che vanno a raccogliersi in un apposito contenitore.

Cosa puoi fare con queste scarti? Sicuramente utilizzarli per preparare numerose quanto gustose ricette, che andranno a sfruttare non solo il volume delle fibre e della polpa raccolti, ma anche tutti i principi nutrizionali in essi contenuti. Carote, piselli, cavoli, spinaci e mille altri tipi di verdura possono essere utilizzati per preparare torte salate, pasta fatta in casa, ma anche frittate, zuppe e creme, hamburger vegetali… E chi più ne ha più ne metta.

Ecco le polpette con gli scarti dell’estrattore

Preparare delle polpette, saporite quanto salutari, è una delle tante possibilità offerte dal riutilizzo degli scarti ricavati dall’estrattore. Le polpette si possono facilmente ricavare utilizzando solo gli scarti o, a seconda dei gusti, possono anche essere preparate aggiungendo anche un po’ di carne tritata.

Ma vediamo due ricette pensate appositamente per sfruttare nel migliore dei modi gli scarti della verdura, ottenendo delle squisite polpette. Una vede protagoniste delle polpette fritte, l’altra invece cotte al forno.

Polpette con scarti della estrattore: la ricetta

Polpette con scarti della estrattore: ingredienti
  • 50 gr di fibre di carote, sedano e finocchio

  • 1 uovo

  • 50 gr di pangrattato

  • 50 gr di Parmigiano Reggiano grattugiato

  • Basilico o menta

  • Sale q.b.

Polpette con scarti di estrattore: preparazione

Impasta gli scarti di estrazione ottenuti con l’uovo, il Parmigiano, il pangrattato, il basilico (o la menta). Mescola fino ad ottenere un composto omogeneo e morbido. Ricava dall’impasto delle polpettine da friggere.

Estrattore vs Centrifuga

L’estrattore è destinato a soppiantare completamente la più “tradizionale” centrifuga. Perché? È presto detto. L’estrattore a freddo offre un modo del tutto innovativo e “prezioso” di inserire nella nostra dieta quotidiana frutta e verdura senza timore di perdere le importanti sostanze nutritive in esse contenute. Gli estrattori, contrariamente alle centrifughe, sono dotati di motori che operano in maniera più lenta.

Cosa significa questo? Che migliorano sensibilmente l’estrazione dei nutrienti: frutta e verdura non sono sottoposti né a surriscaldamento né a eccessiva ossidazione, mantenendo così inalterate le loro proprietà enzimatiche. Per questo motivo, i succhi – ma anche gli scarti di fibre e polpa – ricavati dall’estrazione rappresentano un vero e proprio patrimonio di vitamine, enzimi e sostanze nobili. Del resto hanno sul nostro organismo uno straordinario apporto benefico.

Quale scegliere

In base alle caratteristiche qui esposte, un estrattore ideale per un uso domestico è senz’altro Estraggo Easy, l’estrattore di succo vivo realizzato da Siqur Salute. Questo nuovo modello, pensato appunto per un utilizzo rivolto a tutta la famiglia, è un elettrodomestico di semplice utilizzo. Come mai? Be’, grazie anche alla bocca di introduzione extralarge di cui è dotato, in cui è facile inserire frutta e verdura intere.

Evitando quindi la fase di preparazione che, di solito, rende necessario tagliare a pezzetti sia le frutta sia le verdure. I due filtri messi a disposizione consentono di essere subito operativi, producendo non solo succhi vivi, ma anche latte di cereali, gelati e sorbetti.

Qualità al primo posto

Da sottolineare poi la qualità dei componenti con cui è costruito l’estrattore. Le plastiche che vengono a contatto con il succo sono BPA free, quindi pive di sostanze che possono risultare tossiche. Il punto forte dell’apparecchio, poi, è costituito dal motore a bassa velocità di rotazione (55 gpm), che garantisce un’estrazione a freddo del succo.

La coclea rotante, inoltre, è dotata di speciali borchiature, che assicurano un’estrazione efficace anche di prodotti “difficili” come le verdure a foglia larga. Il filtro a denti stretti è adatto a preparare succhi non solo da frutta e verdura, ma anche da germogli, erbe e frutta secca. Il filtro cieco, invece, è particolarmente indicato per la preparazione di gelati e sorbetti.

Estraggo Easy, inoltre, è dotato di tappo salvagoccia, che aiuta a miscelare nella maniera migliore i sapori e gli aromi degli ingredienti utilizzati. Evita allo stesso tempo sgocciolamenti e fornisce un apporto in più per una pulizia rapida e agevole. E no dimentichiamo lo speciale imbuto, dotato di un elemento di protezione per le mani. Infine, il comando “Reverse” consente di invertire la rotazione della coclea, mentre un tasto di blocco automatico di avviamento mette al sicuro la macchina in caso di assemblaggio errato.

Ti è piaciuto quest’articolo dedicato alle polpette con gli scarti dell’estrattore? Allora continua a seguirci per tante altre ricette. Nel frattempo, ti consigliamo di leggere anche l’articolo “Estrattore di succo o centrifuga: che differenza c’è e quale scegliere”. Troverai una guida all’acquisto completa, non solo le differenze citate sopra. A presto!

Meta

No agli sprechi in cucina: le polpette con scarti di estrattore

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here