Latte di mandorla in gravidanza: un’alternativa sicura per il tuo bambino

0
547
latte di mandorla in gravidanza

Vuoi scoprire se è possibile bere il latte di mandorla in gravidanza? Ecco tutti i dettagli in quest’articolo! Il latte vegetale è un’opzione alternativa validissima al latte di origine animale. Quello di mandorle ad esempio ha un sapore deciso e dolciastro, il che lo rende una bevanda fresca e gustosa. Il potere dissetante, unito all’assenza di lattosio e glutine, è adatto a chiunque.

A partire da chi soffre di allergie e dai vegani, il latte di mandorle sta conquistando tutti. E pensare che la sua origine risale addirittura al Medioevo: allora era molto popolare nelle regioni del Sud Italia. Ma non solo tra i contadini: gran parte della produzione avveniva, infatti, nei monasteri.

Oggi puoi prepararlo direttamente a casa tua con gli estrattori a freddo Estraggo. Otterrai un prodotto fresco e naturale, particolarmente indicato per le donne incinte. Il latte di mandorla in gravidanza, infatti, porta numerosi benefici alla futura mamma e, quindi, al suo bambino. Dall’apporto di calcio fino alle proprietà antiossidanti, il latte di mandorla si rivela un alimento ricco di sostanze utili. Per scoprire le sue numerose proprietà continua a leggere!

Latte di mandorla: perché fa bene?

Prima di tutto non è propriamente corretto chiamarlo latte: è detto così solo per il suo colore biancastro. Le sue proprietà, però, sono molto differenti. Il latte vegetale può essere di molti tipi: di riso, soia, avena… ma non ha le stesse caratteristiche del latte vaccino. Quindi non possono essere considerati allo stesso modo.

Spesso il latte di mandorla che si trova sugli scaffali dei supermercati contiene solo una piccola quantità di mandorle. Tutto il resto è zucchero, per addolcire il sapore, emulsionanti e altri aromi. Insomma, sono prodotti che poco hanno a che fare con il vero latte di mandorla. Di conseguenza, non conservano realmente tutte le sue proprietà benefiche. Ma quali sono? Vediamole subito nel dettaglio.

latte di mandorla in gravidanza

Proprietà benefiche del latte di mandorla

  • Energia: fornisce molte calorie, circa 50 ogni 100 ml, nonostante non sia una bevanda grassa
  • Abbassa il colesterolo
  • Antiossidanti: contrasta i radicali liberi e l’invecchiamento cellulare.
  • Regola l’intestino e lo fortifica
  • Digeribilità: al contrario del latte di origine animale quello di mandorla è facilmente digeribile
  • Fonte di vitamina A, B12, D
  • Fonte di calcio e potassio

Come abbiamo detto prima, preparare il latte di mandorla senza zucchero è semplice con gli estrattori Estraggo. Non ci credi? Da’ un’occhiata alla ricetta del latte di mandorla con estrattore! Potrai assaporare una bevanda completamente naturale, dal gusto puro, non diluito e, soprattutto, sano e delizioso. In più conserverà tutte le proprietà nutrienti: le mandorle, infatti, contengono degli acidi grassi sensibili alle alte temperature.

Con gli estrattori Estraggo Easy ed Estraggo Pro questo non sarà un problema. I nostri prodotti fanno dai 55 ai 60 giri al minuto: così l’apparecchio non si surriscalda e tu puoi goderti tutti i nutrienti del latte di mandorle, senza compromessi!

Una volta fatto devi conservarlo in frigo, dove durerà per addirittura 5 giorni!

Latte di mandorla in gravidanza: tutti i benefici

Ecco un’altra cosa: il consumo di latte di mandorla in gravidanza è particolarmente consigliato.

Ma come si traducono tutte queste caratteristiche nutrizionali per i bisogni di una donna incinta? Esaminiamo, innanzitutto, di cosa si ha bisogno durante una gravidanza…

  • Il calcio salta subito all’occhio come uno dei componenti più importanti nell’alimentazione di una donna incinta. Aiuta lo sviluppo del feto, ma non solo. Infatti aiuta anche a rinforzare le ossa della madre che, come è ovvio, sono sottoposte ad un notevole stress
  • Il latte di mandorla in gravidanza aiuta l’organismo grazie al suo apporto di sali minerali
  • Le calorie del latte di mandorla in gravidanza forniscono molta energia, che non deve mai mancare ad una futura mamma. Non per questo, però, significa che è ricco di zuccheri. E qui questo latte vegetale si rivela utile anche per combattere il diabete gestazionale. Questa particolare alterazione del metabolismo si verifica solo durante la gravidanza e si cura attraverso la ginnastica e la dieta. Il latte di mandorla in questo caso si rivela un ottimo alleato!
  • Un’altra condizione che si può verificare durante il periodo gestazionale è l’ipertensione. Anche in una situazione del genere il latte di mandorla accorre in tuo aiuto, tenendo la pressione sotto controllo
  • Molte donne soffrono di stitichezza quando aspettano un bambino. Si verifica a causa dei cambiamenti ormonali e, più avanti, anche dalle dimensioni del pancione. Le mandorle e il latte che ne deriva hanno molti effetti benefici sull’intestino. Lo fortificano, lo aiutano ad assorbire zuccheri e grassi e a digerire meglio.
  • Naturalmente è fondamentale un corretto apporto di vitamine: il latte di mandorla ne fornisce una gran varietà. Le vitamine A, B12 e D sono presenti in quantità necessarie per il corretto funzionamento dell’organismo.

Latte di mandorla: non solo da bere

Una curiosità: il latte di mandorla è particolarmente apprezzato anche a livello cosmetico. Infatti è un ottimo detergente e struccante, che si può anche usare per degli impacchi per la pelle. Le sue qualità idratanti e rigeneranti lasceranno la tua pelle morbida e pulita!

Pensaci un attimo: questo è importante per le donne che, durante la gravidanza, vedono il proprio corpo cambiare molto velocemente. Spesso ciò non avviene nel modo che si aspettano o che vorrebbero. Avere, quindi, un po’ di controllo almeno sull’aspetto esteriore della propria pelle potrebbe rivelarsi fondamentale per vivere serenamente questo periodo.

latte di mandorla in gravidanza

Quando si deve evitare?

Ad una sola categoria di persone è fortemente sconsigliato l’assunzione di latte di mandorla: chi ha problemi di tiroide. Infatti le mandorle sono alimenti gozzigeni, cioè impediscono l’assorbimento dello iodio. Cosa vuol dire? Lo iodio è fondamentale per la sintesi degli ormoni della tiroide: se non avviene c’è la possibilità che si danneggi.

Inoltre è, per lo stesso motivo, pericoloso per i neonati. L’assunzione, anche occasionale, del latte di mandorla può portare a complicazioni e problemi della crescita. Il rischio è che i neonati sviluppino la tiroide cronica autoimmune: è emerso da uno studio dell’American College of Nutrition.

Per tutti gli altri, invece… via libera!

Vuoi saperne di più sui latti vegetali e il ruolo che hanno nella tua alimentazione? Consulta il nostro blog: troverai ricette, valori nutrizionali, informazioni su come utilizzare correttamente il tuo estrattore e molto altro…

Con i prodotti Estraggo vivere una vita sana è più facile che mai!

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here