Estrattore di succo o centrifuga: che differenza c’è e quale scegliere

0
216
estrattore di succo o centrifuga differenza succhi

Hai digitato “estrattore di succo o centrifuga differenza”? In tanti ad oggi si sono fatti questa domanda: estrattore di succo o centrifuga  che differenza c’è? Se anche tu rientri tra coloro che si pongono lo stesso quesito e vuoi sapere quale sia la scelta migliore tra i due elettrodomestici, allora questo articolo fa per te!

Parliamo di differenze fra centrifuga ed estrattore

Sempre più spesso, a causa della vita frenetica di ogni giorno, si cerca di compensare lo stress quotidiano con il mangiar bene e sano, mangiando fresca verdura di stagione. E ci aiutiamo in questo con l’acquisto di elettrodomestici che possano aiutarci a correggere la nostra alimentazione. Tra questi rientrano certamente le centrifughe e gli estrattori di succo di verdura o frutta.

Alcune verdure, quali ad esempio le erbe e la verdura a foglie, presentano proprietà nutritive molto alte, ma non possono essere centrifugate perché hanno poco succo e un’elevata concentrazione di fibra. Bisogna quindi rinunciarci?

Assolutamente no! Perché anche se non centrifugabili, questi alimenti sono ottimi da estrarre. Questo è possibile grazie alla presenza, negli estrattori, della coclea che strizza la foglia e crea uno scarto secco, a differenza della centrifuga che restituisce un prodotto lavorato in maniera più grossolana.

estrattore di succo o centrifuga succo di carote

Estrattore di succo o centrifuga differenza: frutta e verdura, spazio al benessere

In base alla struttura della centrifuga e dell’estrattore è possibile inserire al loro interno diversi tipi di frutta e verdura. Non solo. È opportuno sottolineare che vi sono alimenti che più di altri si prestano ad essere lavorati da questi elettrodomestici, dando risultati altamente soddisfacenti, se consideriamo il meccanismo stesso di funzionamento della centrifuga e dell’estrattore. Diamo un’occhiata nel dettaglio:

  • All’interno della centrifuga è possibile lavorare sia la frutta che la verdura dura e morbida, ma non è consigliabile per la passata di pomodoro, per il sorbetto o il latte di soia

  • Grazie all’estrattore, invece, è possibile lavorare semi, ortaggi a foglia, erba di grano, latti vegetali, come ad esempio il latte di mandorla, e ancora sorbetti, frappè e gelato.

Estrattore di succo o centrifuga differenza anche nel funzionamento

Lascia che ti spieghiamo quali altre differenze intercorrono tra i due elettrodomestici e continuiamo con il capire come funzionano le due macchine:

  • La centrifuga presenta una lama sottile rotante, in grado di triturare frutta e verdura. Sfruttando la forza centrifuga, grazie alla quale la macchina spinge la polpa verso un setaccio che, a sua volta filtra il succo, gli scarti sono trattenuti e il succo rilasciato. Inserire frutta e verdura al suo interno è facile e intuitivo

  • L’estrattore presenta una coclea, ovvero una vite centrale, che non spezzetta il cibo, ma letteralmente lo mastica e lo spreme, rilasciando il succo. Anche in questo caso l’inserimento del cibo è molto semplice.

Come vedi tra estrattore di succo o centrifuga, la differenza primaria risiede già nel funzionamento. Ma andiamo oltre e parliamo di vantaggi nutrizionali. Un succo ottenuto con una centrifuga è diverso da quello ottenuto con un estrattore. Perché? Per il semplice fatto che una centrifuga compie un numero di giri nettamente superiore (tra i 6000 e i 18000 al minuto) rispetto ad un estrattore (80 giri al minuto).

Cosa significa questo? Vuol dire che l’estrattore, grazie alla sua bassa velocità di rotazione, consente l’estrazione a freddo del succo, mantenendo inalterate le caratteristiche nutrizionali di frutta e verdura. Quindi, se è vero che rispetto alle centrifughe, gli estrattori lavorano ad un ritmo più lento, è anche vero che sono più silenziosi e in grado di estrarre un quantitativo maggiore di succo producendo un minore scarto.

Estrattore di succo o centrifuga differenza: il post-estratto

Sì, anche nello scarto vi sono differenze tangibili. In generale gli scarti prodotti dalla centrifuga sono più umidi (perché non tutto il succo viene filtrato) e più abbondanti. Con l’estrattore, invece, si ottengono pochi scarti secchi grazie al sistema di pressatura che separa il succo dalla polpa in maniera più efficiente. Partendo infatti dalla stessa quantità di frutta o verdura, gli estrattori consentono di ottenere quasi il doppio del succo rispetto alle normali centrifughe. Notevole, vero?

Ma non è tutto… tra l’estrattore di succo o centrifuga la differenza di grande importanza risiede nella conservazione del succo. È possibile conservarlo? È possibile preservare tutte le proprietà benefiche contenute nella frutta e nella verdura? Anche stavolta è necessario fare una distinzione, partendo dal presupposto che in entrambi i casi i livelli di vitamina si riducono piano piano a contatto con l’aria:

  • Il succo preparato con la centrifuga può essere conservato al massimo per mezza giornata

  • Il succo estratto, invece, si conserva integro, quindi senza perdita delle sue proprietà nutritive, almeno per un paio di giorni.

Estrattore di succo o centrifuga differenza: la parola al palato

Se l’occhio vuole la sua parte, il palato non è da meno. Sei sicuro che il centrifugato e l’estratto di frutta o verdura abbiano lo stesso sapore? Certo che no! Il centrifugato, infatti, è un succo leggero, dal colore chiaro e poco corposo. In genere presenta in superficie uno strato di schiuma e due livelli inferiori a causa della scarsa presenza di solidi sospesi.

Il succo estratto ha caratteristiche completamente diverse. Sia il suo colore che la consistenza si mostrano più corposi e gustosi al palato. Non vi è alcuna divisione in livelli e la schiuma presente è poca se non addirittura nulla.

estrattore di succo o centrifuga differenza succhi di frutta

Centrifuga o estrattore: quale scegliere?

Non vi sono dubbi che sia la centrifuga che l’estrattore siano utili, giusto? Ma come visto sembra altrettanto evidente che l’estrattore di succo a freddo consenta di ottenere succhi di frutta ed estratti di verdura che sono, rispetto ai centrifugati, qualitativamente migliori. E fra l’altro in linea con le quotidiane esigenze alimentari e il fabbisogno nutrizionale giornaliero. Il consiglio è quello di optare per l’estrattore.

Perché? Eccoti 5 motivi che riassumono perfettamente quanto detto!

  • Perché ha maggiore e migliore capacità estrattiva

  • Perché il succo estratto si conserva più a lungo

  • Per il suo gusto ottimo

  • Perché riduce lo scarto al minimo, ottimizzando gli alimenti usati

  • Perché è più silenzioso.

Non hai ancora acquistato il tuo estrattore? Allora dai un’occhiata ad Estraggo Easy, per uso domestico, o ad Estraggo Pro, estrattore professionale, gli unici ad avere in sé tutte le caratteristiche necessarie elencate volte a soddisfare le tue esigenze!

Speriamo con questo articolo di aver risposto adeguatamente alla tua domanda: estrattore di succo o centrifuga differenza? La differenza c’è e come hai potuto notare si vede e soprattutto si sente!

Prova subito una gustosa ricetta:

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here