Come trattare il legno grezzo: tutti i consigli

0
344
come trattare legno grezzo legno

Ti stai chiedendo “come trattare legno grezzo”? La soluzione è proprio a portata di mano… Leggi il nostro articolo! Ecco come procedere in maniera corretta: ti sveleremo i segreti!

Trattare il legno grezzo con gli oli naturali è un’alternativa vincente, oltre che ecologica. Vediamo come si fa!

Legno grezzo: un trattamento a base di olio

come trattare legno grezzo olioNella lavorazione del legno grezzo, in special modo nel trattamento e nella finitura, l’utilizzo di un olio naturale costituisce una possibilità ancora poco esplorata ma di grande valore. L’olio naturale, infatti, è un’ottima alternativa alle vernici e agli oli tradizionali. Primo fra tutti l’olio di lino. Questo tipo di olio era utilizzato anticamente per le sue caratteristiche preziose, dal momento che l’olio naturale – una volta a contatto con il legno – tende a cristallizzare, impregnando e occupando i pori della fibra di legno.

Cosa significa questo? Che crea così una vera e propria barriera contro i liquidi e lo sporco, e incrementa la resistenza del materiale. Offre inoltre una valida protezione contro gli agenti atmosferici e i raggi UV.  Al contrario, la verniciatura “tradizionale” crea solo una sottile pellicola di protezione sul supporto di legno, ma non svolge lo stesso compito dell’olio.

Come trattare legno grezzo: tutti i pregi degli oli

Gli oli, in generale, grazie alla loro composizione, dunque, si adattano in maniera ottimale alla superficie legnosa. Perché? Penetrano nei pori e ne ravvivano il colore. Inoltre, offrono al tatto un effetto piacevole e naturale. Ciò dipende dalle caratteristiche chimiche dell’olio. Si tratta, infatti, di un liquido “apolare”, che quindi non si mescola all’acqua – che è invece un liquido “polare”.

Da cui la sua naturale idrorepellenza, cui si aggiunge – nel caso degli oli “siccativi” – anche la capacità di costituire sulla superficie grezza una pellicola protettiva contro agenti atmosferici. È grazie a questa caratteristica che gli oli, oltre all’uso abitativo interno, sono specificamente indicati come ideali materiali da utilizzare su legno presente in ambienti esterni.

Come trattare legno grezzo: i tipi di olio

In questo caso ci dedichiamo ai soli oli di origine vegetale, scartando quindi gli oli minerali o sintetici. Questa categoria è rappresentata da oli che si ottengono da olive, da semi di lino o dalle noci. Che sono i prodotti più indicati per ottenere un olio naturale particolarmente adatto al trattamento del legno grezzo. In particolare, gli oli più adatti sono gli oli “siccativi”, proprio come l’olio di lino.

È un prodotto facilmente reperibile sul mercato, ma può contenere essiccanti metallici, che sono sostanze decisamente velenose e quindi nocive per gli abitanti della casa.

Non solo olio di lino

Oltre al lino, comunque, esistono altri due tipi di prodotto da utilizzare a questo scopo:

  • le noci 
  • il tung.

Anche in questo caso, la loro capacità di impermeabilizzazione è elevata. E possono essere utilizzati, come nel caso dell’olio di lino, anche in miscele che vedono l’aggiunta di trementina naturale ed aceto di mele. Questa miscela è ideale per il trattamento del legno! E deve la sua efficacia anche al fatto di rendere minore la quantità di olio da utilizzare in ogni applicazione.

È sufficiente mescolare una parte di olio naturale, una parte di trementina e mezza parte di aceto di mele. L’importante è mescolare bene i componenti, ottenendo una miscela ben amalgamata.

Come trattare legno grezzo: l’olio di lino

come trattare legno grezzo olio di linoÈ senz’altro l’olio più conosciuto e utilizzato per la finitura del legno, ed è disponibile sia cotto sia crudo. Si ottiene appunto dalla spremitura dei semi di lino, che necessitano di una tostatura preventiva. Applicarlo per la finitura è un processo estremamente semplice: basta un tampone o un pennello dotato di setole morbide e un panno di cotone. Si consiglia di stenderlo in piccole quantità, seguendo le venature del legno, in maniera omogenea.

Il panno di cotone è necessario per rimuovere eventuali eccessi di olio durante la prima mano. E la seconda? Va stesa a 24 ore di distanza. La finitura con olio di lino si dice a poro aperto, poiché lascia aperti i pori del legno. Ma non finisce qui! L’olio di lino è particolarmente indicato anche per il parquet. In questo caso si consiglia di dare un paio di passate alla superficie, aggiungendo poi una mano di cera naturale.

Una via ecologica

come trattare legno grezzo pennelloIl consiglio è quello di scegliere prodotti realizzati senza l’aggiunta di additivi, e quindi un olio puro al 100%. In questo senso un olio prodotto in casa costituisce un’ottima soluzione e, inoltre, assicura in maniera totale sulla composizione della materia utilizzata per la finitura. In questo senso, c’è da dire che sul mercato esistono prodotti che rappresentano un’alternativa del tutto naturale alle vernici tradizionali. L’importante è che siano prive di VOC e altre sostanze dannose per la nostra salute. Con la sigla VOC si indicano i composti organici volatili, tra cui idrocarburi e componenti contenti ossigeno, cloro e altri elementi.

Come trattare legno grezzo: olio fai-da-te con l’estrattore casalingo

Ed ora un consiglio pratico su come preparare un olio impregnante, sicuro ed economico, da utilizzare per le tue lavorazioni con il legno. La strada migliore da percorrere è quella offerta dall’estrattore di olio casalingo: un elettrodomestico facile da usare ed estremamente versatile. Utilizzando, ad esempio, Frantoil, l’estrattore di olio da semi e noci prodotto da Estraggo.

Questo elettrodomestico consente di produrre oli naturali – a destinazione alimentare, ma anche cosmetica e artigianale  – in maniera facile e rapida. Si parte dai semi biologici, che vengono convogliati da una tramoggia verso il braccio di estrazione, composto da una coclea rotante in una sede cilindrica.

Questi elementi, realizzati in acciaio AISI 304 e in plastica BPA free, lavorano i semi introdotti. E, in pochi minuti, porteranno l’apparecchio a produrre olio nell’apposita vaschetta, separando al contempo la fibra.  Frantoil, inoltre, è dotato di tramoggia con sistema di blocco di sicurezza, filtro per l’olio, spazzolino per la pulizia. L’assortimento di semi lavorabili con Frantoil è estremamente ampio: semi di lino, papavero, girasole, canapa, sesamo, ma anche arachidi, noci, mandorle, nocciole….

Abbiamo visto tutto ciò che riguarda la tua domanda “come trattare legno grezzo” utilizzando un olio naturale. Un aspetto che va inserito in una più ampia visione eco-friendly della vita quotidiana e casalinga. Infatti ecologico o biologico non sono aspetti che riguardano solamente l’alimentazione!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here